Auto connesse ai social network e navigatori con comandi gestuali.

Auto connesse ai social network e navigatori con comandi gestuali.

5

Al Ces 2016 ne vedremo delle belle. Si sbizzariscono i costruttori di vetture. Per BMW sarà l’occasione di dimostrare come funziona l’AirTouch, ovvero la funzionalità che permette di dare comandi al navigatore e ad altri sistemi elettronici solamente attraverso il movimento della mano senza toccare la superficie del display. Il menù è stato sviluppato in maniera tale da poter raggiungere i vari comandi con il minor numero di scelte in maniera tale da ridurre il rischio di distrazioni: requisito fondamentale in questo contesto. A Monaco, prima di deliberare il progetto, si erano anche posti, scherzosamente, un problema di sicurezza relativo agli italiani: «Gesticolano troppo eh eh».

Un’altra funzionalità, registrata poco tempo fa dall’ente americano per i brevetti, della quale francamente non si sentiva una grande esigenza, ma che potrà contribuire a far diminuire il numero di incidenti è: Vehicular Social Media System. Lo ha ideato General Motors e serve per «catturare in modo sicuro su un veicolo una foto o un video da pubblicare sui social media». Il sistema si basa su una camera collocata sul cruscotto, o incorporata nel tetto o nello specchietto retrovisore. La videocamera può scattare foto sia al guidatore che ai passeggeri ed è connessa a un processore attraverso wi-fi o Bluetooth. A questo si aggiunge una memoria per immagazzinare le immagini registrate. Per ottenere la foto basta schiacciare un pulsante sul volante dedicato esclusivamente ai selfie. Con buona pace di chi non riesce proprio a non far sapere a tutti, sempre, dov’è e che cosa sta facendo.