Tags Posts tagged with "4k"

4k

10

Anche Kingston ha approfittato della fiera internazionale dell’elettronica di consumo, CES 2015,  per mostrare al mondo la nuova scheda di memoria microSD UHS-I Speed Class 3. Grazie alla velocità pari a 90MB/s in lettura e 80MB/s in scrittura (superando di gran lunga la precedente generazione, con 30 MB/s in lettura e scrittura), riesce a garantire la cattura di immagini video 3D in Full HD (1080p), 2K e 4K e Ultra HD (2160p) su dispositivi con form factor ridotto ad alte prestazioni, come  gli smartphone e videocamere.

La scheda permette di visualizzare senza interruzioni video a  2K e 4K . Inoltre una velocità elevata si traduce anche in un rapido caricamento dei file sul computer, cosa davvero interessante per chi, con i file acquisiti, decide di dedicarsi all’editing video. La memory card Kingston SDCA3 è anche resistente a acqua, vibrazioni, urti, raggi e temperature estreme, il che la rende maggiormente interessante per l’impiego in action camere durante sport di vario genere come ad esempio discese sulle piste da sci, voli con il deltaplano o uscite in mare sul surf e altro.

La Kingston SDCA3 è disponibile in versione stand-alone o in bundle con l’adattatore SD card da 16 GB, 32 GB, e 64 GB: al momento ancora sconosciuti i prezzi dei vari modelli.

82

Mentre buona parte degli appassionati ancora si chiede se abbia realmente senso il suo utilizzo su uno smartphone, le case produttrici  persino qualcuna che in passato si era dichiarata apertamente contraria, stanno man mano salendo sul carro, spingendo sempre più dispositivi dotati di display Quad HD. Dalle ultime indiscrezioni apprendiamo però che presto potremmo andare persino oltre.

4K Ultra HD:  vediamo i vantaggi
Il 4K Ultra HD, insomma, ha il suo perché d’esistere e cercheremo di spiegarlo bene . E’ la nuova era  tecnologica della definizione video successiva al Full HD a 1080p, che promette di rivoluzionare il modo in cui facciamo esperienza TV, vediamo i film, video giochiamo e usufruiamo di tutti  contenuti multimediali video in genere, offrendo dei dettagli  mai visti fino ad oggi. Certamente il video 4K Ultra HD è il futuro. Ma cos’e’ esattamente ? Ed i costi necessari, valgono o superano i benefici? Insomma: il gioco vale la candela? Prima di addentrarci a scoprire meglio la tecnologia che sta dietro il 4K Ultra HD, in primissimo  luogo cerchiamo di capire perché le aziende dell’ambito video – dai televisori, alle fotocamere, ai videogiochi, finanche alla telefonia mobile – sono così proiettate ed interessate a questa nuova tecnologia. La risposta a questo dilemma  è ben che pronta e, tutto dipendera’ dalle dinamiche di mercato.

Ed ecco con stupore arrivare lo schermo piu’ piccolo e definito al mondo. Ad annunciarlo e’  Sharp che ha mostrato un display Lcd da 4.1 pollici (come quello di alcuni telefonini)  con la risoluzione pari a 2560X1600 pixel, pari a 736 pixel per pollice. In precedenza sempre Sharp aveva presentato uno schermo da 5,5 pollici con una densità pari a 842 pixel per pollici pari a una risoluzione 4k (4096X2160). La Sharp ha detto di essere in grado di realizzare uno schermo da 6 pollici (poco più grande di quello dell’iPhone Plus per intenderci)  sempre a risoluzione 4k.

Veramente un  bel passo avanti – Per capire  questo bel passo  avanti fatto da Sharp l’attuale risoluzione di un iPhone 6 plus è pari a 401 pixel per pollice. Sempre secondo Sharp i primi telefonini con schermo 4K saranno disponibili a partire dal 2016. La casa Nipponica intende anche migliorare la qualità dello schermo Lcd dei futuri smartphone utilizzando uno strato di silicio policristallino su un substrato vetroso. Il risultato dovrebbe portare a sperimentare colori più vividi e definiti. Bisogna capire se ha senso visualizzare contenuti ad altissima definizione su un telefonino e se per farlo bisognerà aspettare il cosiddetto 5G per godere di una quantità di banda sufficiente ad avere una trasmissione fluida in 4K in mobilità. Sembra proprio che l’hardware  progredisca  ad una velocità tale che contenuti e  connettività non riescono a restare al passo.

Tra gli attuali  smartphone capaci di catturare video con qualità 4K Ultra HD oggi abbiamo a disposizione il Samsung Galaxy Note 4 che è dotato di una fotocamera posteriore da 16 megapixel. Il terminale in questione riesce a catturare filmati con una risoluzione pari a 3840 × 2160 pixel, ovvero 4K Ultra HD, con un  120 fps.

Girare un video della durata di cinque minuti, catturato con un Samsung Galaxy Note 4 e con qualità 4K Ultra HD, produce un file di ben 1,5 GB, direi di dimensione considerevoli e, anche questo, non è un problema da sottovalutare. Ovviamente possiamo impostare una qualità video minore quando non lo riteniamo necessario, ma qualora volessimo cattura un particolare momento emozionante, possedendo un Samsung Galaxy Note 4, avremo a portata di mano la possibilità di farlo con una qualità video degna dell’occasione.

I contenuti catturati e visualizzati con qualità 4K Ultra HD ci regalano un’esperienza visiva davvero emozionante e possiamo capirlo solo se abbiamo mai assistito in prima persona alla visione di uno di essi su un display in grado di supportare tale qualità. Pur supponendo che non sia così facile poterne usufruire al momento, basta che immaginiamo che che si tratta di un ordine di grandezza quattro volte maggiore del Full HD 1080p, quindi, per descriverlo in una sola parola direi: incredibile.

La qualità 4K Ultra HD consente anche di zoomare senza apparente perdita di qualità, un po’ come succede con la fotocamera del Nokia Lumia 1020 da 41 megapixel per le foto, solo che – e scusate se è poco, ndr – in questo caso stiamo parlando di il video. Naturalmente, un PC, o un potente dispositivo mobile, nonché un software all’altezza, sono caratteristiche fondamentali per poter per gestire filmati in 4K Ultra HD.

Non c’è dubbio, comunque, che lo standard 4K Ultra HD è il futuro. Il 4K Ultra HD sia in registrazione che in riproduzione, ci offre contenuti che hanno la capacità di ridefinire la nostra esperienza multimediale, fermo restando che, forse, ad oggi le tecnologie hardware non sono pronte per garantire tale esperienza nel migliore dei modi e che quindi, ancora per qualche anno, l’adozione del tradizionale Full HD avrà la meglio.

RANDOM POSTS

5
Per accedere ai svariati servizi di Google sarà sufficiente un'email e uno smartphone. Secondo alcune fonti Big G starebbe provando una nuova modalità di...