Tags Posts tagged with "alcatel"

alcatel

7

Con l’arrivo della stagione estiva e quindi l’aumento delle pretese di connettività mobile, Vodafone cerca di mettere il turbo alle vendite attraverso lo Smart Prime 6. Disponibile, ormai, da metà maggio, è un robusto 5 pollici con sistema operativo Android 5.0, connettività 4G e un competitivo prezzo di 150 euro. Il prodotto è realizzato ad Alcatel e marchiato Vodafone, pesa 156 grammi, ha uno spessore di ,9 millimetri, fotocamera da 8 e 2 megapixel e processore quad-core Snapdragon da 1,2 GHz. La memoria interna è di 8 GB, di cui 3GB occupate dal sistema operativo, con la possibilità di espanderla a 64 GB attraverso microSD. La memoria ram è 1 GB.

Il segnale 4G/3G/UMTS/Edge risulta essere molto stabile e non presenta problemi in fase di chiamata o navigazione, così come la gestione dellle rete WI-F anch’essa molto stabile anche quando si è lontani dall’access point.

Unico neo per chi fa un uso medio-alto del telefono  è la poca RAM che potrebbe non bastare lasciando aperte diverse App. Ma tutto sommato, considerando il prezzo, risulta un prodotto da non sottovalutare.

 

40

Ecco arrivato il modello definitivo dello smartwatch targato Alcatel, dotato senz’altro di caratteristiche hardware e software concorrenziali, ma soprattutto di un prezzo vincente: 149€

Alcatel OneTouch  appartenente alla categoria wearable, ovvero tecnologie indossabili, presenta un display che ricorda i classici orologi di un tempo. La sua forma, la sua dimensione e il cinturino molto sottile, ma ben curato, lo fanno apparire resistente ed anche non appariscente come i suoi concorrenti. Il display presenta una banda nera dotata di un sensore touch che permette il cambio di schermata.

 La cassa dell’orologio è in metallo: questo elemento probabilmente gli è valso la certificazione IP67, ossia la resistenza ad acqua, polvere e sporco. Il suo OS non è Android Wear Scelta voluta ma per fortuna comunque compatibile con il sistema operativo di Google e con iOS. Ci sono comunque tutti i sensori minimi e necessari per le funzioni tipiche di uno smartwatch contemporaneo: , giroscopio, accelerometro, altimetro e bussola.

Purtroppo, non essendo dotato di connessione WiFi e non potendosi collegare alla rete mobile, l’apparecchio e’ costretto a  funzionare necessariamente in parallelo con uno smartphone attraverso la tecnologia Bluetooth. Questo dispositivo puo’  effettuare parecchie operazioni, come ricevere notifiche dal cellulare, monitorare i cicli del sonno, fare da contapassi, memorizzare le calorie bruciate, contare la distanza percorsa e comandare la fotocamera, il player audio e la galleria fotografica dello smartphone. Anche la batteria da soli 210mAh, seppur molto risicata, pare aggirarsi intorno ai 3 giorni: si ricarica attraverso la  USB. La porta ha dimensioni standard (non micro) e pare sia abilmente nascosta nell’attacco del cinturino.

.

RANDOM POSTS

5
Per accedere ai svariati servizi di Google sarà sufficiente un'email e uno smartphone. Secondo alcune fonti Big G starebbe provando una nuova modalità di...