Tags Posts tagged with "android"

android

6

Sony XPERIA Z5 PREMIUM è uno smartphone con una densità di pixel di 806 PPI (punti per pollice), il suo display da 5,5 pollici è in assoluto il più definito al mondo mai installato su uno smartphone. Consente di visualizzare a piena risoluzione i video a 4K registrati con la fotocamera posteriore da 23 megapixel. Sotto l’elegante scocca si trova un potente CPU da 8 core (2,0 GHz) a 64 bit è una GPU Adreno 430 per un’esperienza multimediale senza paragoni. E se pensi che un dispositivo così bello sia anche molto delicato, ti sbagli di grosso: è impermeabile e resistente alla polvere, così può accompagnarti ovunque senza doverti preoccupare di proteggerlo in un’antiestetica custodia.

sony_xperia_z5_premium_gold_offical
È stato possibile dimostrare che lo Z5 Premium utilizza una risoluzione in Full HD per la maggior parte del tempo. Questo perchè il costruttore giapponese ha deciso di attivare la risoluzione massima offerta solo per contenuti che effettivamente richiedono la presenza di più pixel sullo schermo. Considerate, infatti, che il Google Play Store non conta ancora molte app capaci di supportare il 4K, senza dimenticare che questa scelta ha un impatto diretto sulle prestazioni della batteria.
Sony ha scelto per la scocca posteriore un vetro a specchio con cornice metallica. Ed è qui che che il brand è uscito fuori strada.chrome Come potete vedere dalle immagini, la scocca funge davvero da specchio, è infatti possibile vedere riflessa la propria immagine. Il problema è che questo materiale è anche un magnete per le impronte digitali.

Come altri produttori, anche Sony offre la possibilità di sbloccare lo schermo utilizzando il sensore biometrico o di effettuare pagamenti via Android Pay utilizzando le proprie impronte digitali nei Paesi che supportano tale feature. Secondo i tecnici del brand a rendere esclusiva questa funzione è il posizionamento del sensore facilmente raggiungibile in modo naturale.

Il telefono in questione lo potete trovare a partire da 640 euro.

5

Ecco per Android sviluppata da TOM TOM, leader dei navigatori GPS,  un’applicazione gratuita che consente di ricevere avvisi sulle postazioni autovelox. Da poco arrivata sul Play Store l’app è nata con l’obiettivo di coinvolgere gli utenti android a partecipare alla community e rendere il servizio più funzionale. Consente di ricevere avvisi in tempo reale sulle postazioni autovelox sia fisse che mobili e sui tutor in maniera di permettervi di viaggiare più “rilassati”. La postazione autovelox viene segnalata mediante un avviso sonoro e testuale. L’app presenta un’interfaccia intuitiva e priva di pubblicità ed è dotata di una funzionalità, chiamata sovraimpressione, che permette il suo utilizzo anche mentre stiamo utilizzando altre app, come un navigatore o riproduttore multimediale.

Il nuovo aggiornamento che può essere scaricato gratuitamente dal Play Store ha subito le seguenti modifiche:

  1. La sovraimpressione è adesso accessibile dalla finestra principale piuttosto che dal menù delle impostazioni.
  2. Ora l’app può essere avviata automaticamente quando il telefono si connette al dispositivo Bluetooth in auto.
  3. Gli avvisi vocali ora contengono informazioni sui limiti di velocità.
  4. Diversi miglioramenti alla stabilità e alle prestazioni.

65

1

3

4

2

13

Quante volte vi sarà capitato di ricevere chiamate di ex frequentazioni, di proposte commerciali e/o pubblicitarie in maniera “quasi” aggressive e ossessive. Se hai un telefono Android puoi seguire i seguenti passi in maniera da non dover ogni volta rifiutare la chiamata o aspettare che smetta di squillare

Qui spieghiamo come liberarsi da queste rogne senza dover prendere ogni volta lo smartphone dalla tasca e riagganciare. I passi sono semplice e consistono nell’andare direttamente sulle impostazioni del telefono,  cliccare su impostazioni chiamate e infine su rifiuta chiamate in modo che rigetti automaticamente tutte le comunicazioni provenienti dai vari disturbatori.

In ogni caso si tratta di un’operazione semplicissima da portare a termine il cui costo è pari a zero, quindi direi di non perdere altro tempo. Ecco le immagini che spiegano i vari passaggi da fare.
12404143_10206757320430692_1787285650_n12395464_10206757320230687_1484808795_n12404531_10206757320030682_2043842539_n12404295_10206757319390666_589873389_n

8

Possono essere molteplici i motivi per cui si vorrebbe eliminare un contatto da whatsapp e per farlo non basta solo eliminarlo dalla rubrica. Un contatto eliminato dalla rubrica può continuare ancora a scrivervi e controllare se siete online o no.

Per evitare tutto ciò il contatto deve essere bloccato. Per farlo basta seguire dei semplici passi che possono variare in base al tipo di sistema operativo del vostro telefono.

Su Android:
  1. Apri WhatsApp.
  2. Tocca Menu > Impostazioni > Account > Privacy > Contatti bloccati. Questa pagina visualizzerà tutti i contatti bloccati.
  3. Tocca l’icona in alto a destra come da figura per selezionare un contatto da bloccare12367048_10207994827136874_1453358694_n
  4. Seleziona il contatto che desideri bloccare dalla lista

 

Per bloccare un numero non salvato sul tuo telefono
  1. Apri la chat con il contatto sconosciuto.
  2. Tocca Blocca.

Quando ricevi il primo messaggio da un contatto sconosciuto, avrai anche la possibilità di selezionare Segnala come spam. L’utente verrà segnalato e aggiunto alla tua lista dei Bloccati.

 

Per sbloccare un contatto
  1. Tocca Menu > Impostazioni > Account > Privacy > Contatti bloccati.
  2. Tocca e tieni premuto il nome del contatto.
  3. Seleziona Sblocca dal menu a comparsa.

In alternativa, puoi semplicemente inviare un messaggio al contatto bloccato e ti verrà chiesto di sbloccare il contatto.

 

Su iPhone:
Per bloccare un contatto che non è memorizzato nella rubrica
  1. Accedi alla chat con quella persona.
  2. Tocca il numero di quella persona nella parte superiore della chat.
  3. Tocca Blocca contatto

16eb5855fbd61ae9dc77f90371039b988ff3f468

 

 

Per bloccare un contatto memorizzato nella rubrica del tuo telefono
  1. Accedi a WhatsApp > Impostazioni > Account > Privacy > Bloccati
  2. Tocca il pulsante Aggiungi.

982ff86fad0c0e4d93a46a57ae925c2a08e7adf73eebbcf73416d289af6ec684cf9a37feb8842094

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3.  Quando ricevi un messaggio iniziale da un contatto non salvato nella rubrica del tuo telefono, e desideri bloccare questo contatto, tocca il tasto Blocca. Se si tratta di un messaggio di spam, avrai anche la possibilità di scegliere Segnala spam, quindi toccare Segnala e blocca.

d

 

Per sbloccare un contatto

Per sbloccare un contatto, apri la lista dei Bloccati seguendo i sopraelencati passaggi, quindi scorri verso sinistra sul contatto che desideri sbloccare e tocca Sblocca.

7

Per salvare uno screenshot sul Lg G2 e Lg G2 mini basta premere i tasti ACCENSIONE + VOLUME GIU.

miniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

La seconda modalità per effettuare lo screenshot (cattura dello schermo) su LG G2, per chi ha l’aggiornamento Android Lollipop è quella attraverso l’applicazione QuickMemo che è molto più comoda e immediata.

Vi basterà infatti avviare QuickMemo tramite la  barra delle notifiche scendendo con il dito dal bordo alto dello smartphone verso il basso e poi premere su Quick Memo.12243637_10206554923570897_638786980_n (2)

Una volta effettuata questa operazione vi apparirà un’altra barra dove avrete la possibilità di modificare l’immagine inserendo del testo , sottolineare, etc.., ma anche di salvarla direttamente nella galleria.  12226706_10206554945811453_401950413_n

Si tratta di una soluzione molto utile se volete evidenziare qualche elemento che si trova sullo schermo del vostro device per poi condividere l’immagine al volo sul web.

Come detto, questo secondo metodo per scattare e catturare screenshot su Lg  G2 e Lg G2 mini è  più comodo e veloce e, inoltre, consente anche di scrivere direttamente sull’immagine.

11

Ecco tutti i cambiamenti del nuovo sistema operativo Lollipop.

Dopo una lunga attesa, finalmente, il nuovo aggiornamento Lollipop ha portato consistenti cambiamenti sul sistema Android.

Sicuramente il più appariscente è l’interfaccia grafica che sposa il ‘Material Design’: nuovo linguaggio di design sviluppato da Google che presenta linee pulite e minimali, colori brillanti, superfici e ombre che richiamano il mondo reale , animazioni ed effetti di profondità.

La nuova grafica, che era stata presentata dalla compagnia in occasione della conferenza degli sviluppatori del giugno scorso, è stata utilizzata anche sulle applicazioni: Mappe, Gmail e Calendario. A livello pratico questo nuovo design punta ad aumentare la flessibilità per adattarsi a tutti dispositivi che poggiano su Android: telefonini, tablet e tv.

L’obiettivo è quello di rendere più fluido il passaggio da uno schermo all’altro sia che sia un file di lavoro, un brano musicale o un gioco. Inoltre, come ha spiegato Google, i contenuti rispondono in maniera più intuitiva al tocco o alla voce e la navigazione risulta essere più fluida. E’ stato dato anche rilievo al controllo sui dispositivi, infatti, nel caso in cui si sia impegnati in una riunione o si sia a cena si possono modificare le impostazioni per ricevere messaggi o notifiche solo da alcune persone e fare visualizzare sulla schermata di blocco solo quelle ritenute importanti.

Ultima cosa, ma non per importanza, è l’introduzione della multiutenza e dell’accesso in modalità ospite che permetterà l’acceso al dispositivo a diversi utenti con profili personalizzati.

 

 

10

In Paesi come L‘India, l’Africa, il Sud-Est asiatico e in gran parti dell’America Latina le connessioni lenti e le tariffe alte sono situazioni che ostacolano le comunicazioni. Ed ecco che in questo scenario subentra Facebook che attraverso una versione per Android a bassa risoluzione  cercherà di venire incontro agli utenti. L’applicazione è stata progettata in maniera tale da richiedere un minore carico per quanto riguarda l’elaborazione dei dati e quindi una minore trasmissione di informazioni; ovviamente sempre rendendo piacevole l’esperienza dell’utente.

Facebook lite, quindi, è stata rilasciata per venire incontro a quelle persone che vivono in paesi ancora non avanzati dal punto di vista delle telecomunicazioni e/o non raggiunti in maniera adeguata da connessioni veloci da poter permettere loro di condividere gli aggiornamenti ai propri account.

«Abbiamo costruito Facebook Lite perchè sia più veloce, affidabile ed efficiente anche quando la larghezza di banda di Internet è al minimo» ha scritto Zuckerberg in un post . «L’applicazione occupa meno di 1 MB e può essere scaricata in pochi secondi».

Dando la possibilità di accesso ai suoi servizi anche alle parti più agreste del pianeta, il social network  riesce a sfiorare il miliardo di utenti connessi da dispositivi mobili a livello mondiale.

42

Per vedere questo economico ma validissimo smartphone di Huawei  dovremo attendere il mese di Aprile.

Il design del P8  ancora non è stato svelato completamente. Infatti, come utilizzano la maggior parte dei produttori, il device è coperto in maniera tale da far scorgere solo il profilo superiore ed inferiore. Questa protezione viene usata affinchè non venga svelato il design finale del corso delle fasi di certificazioni presso gli operatori.

Huawei-Ascend-P8-data-uscita-in-Italia

Come possiamo notare dall’immagine il profilo del device sarà in alluminio.  Inoltre si intravedono due altoparlanti, il connettore micro USB, il jack audio standard da 3,5 mm e un secondo microfono per la soppressione dei rumori ambientali. Il sito  francese nowhereelse.fr  ha pubblicato alcune immagini che mostrano parte dell’interfaccia e screenshot effettuati durante un benchmark che rivelano la presenza di un processore octa-core a 2GHz (Kirin sviluppato internamente), 3GB di RAM, 64GB di memoria integrata, fotocamera posteriore da 13 megapixel, anteriore da 8, risoluzione del display da 1920×1080 pixel ed Android in versione Lollipop. Il device in questione, a giudicare dalle icone nella barra di stato, dovrebbe essere un Dual SIM.

Il nuovo Huawei P8 dovrebbe essere annunciato a Londra il prossimo 15 Aprile in due versioni, una “Premium” ed una “Lite” con caratteristiche hardware inferiore.

11

Perche’ molti hanno puntato su Telegram? Ci sono gia’ servizi affermati come Viber, LINE e WeChat, quindi perché dirigersi su un servizio completamente nuovo? Forse per fare tendenza ?? Ma sarebbe un po’ azzardato.

Io sono uno di quelli che al progetto Telegram crede tanto, specialmente perché sarebbe bello vedere un progetto Open Source vincere sui software proprietari dato che, cose del genere, è raro che accadano.

La  forza di Telegram  è sicuramenteo la privacy ed è anche la “scusa” alla quale molti utenti fanno riferimento per cambiare. Perché Telegram cmq punta così tanto alla privacy?? Questo perchè  Telegram è stato creato da due ragazzi Russi e sappiamo tutti che la Russia non è proprio così libertina come è invece il nostro Stato. Così, Telegram, ha lo scopo di proteggere gli utenti e di renderli liberi dal controllo dello Stato.

Telegram non è invalicabile ma non è nemmeno così facile bucarlo. Vengono utilizzate API create appositamente e un protocollo chiamato MTProto che è veramente ben pensato: questo protocollo è basato su una crittografia simmetrica AES a 256-bit, la crittografia 2048 RSA e la Diffie–Hellman secure key exchange. E’ stato progettato in modo da essere ben protetto da molti tipi di attacchi.

Abbiamo circa 20 milioni di utenti registrati su Telegram ma, ad ad utilizzarlo non sono in tanti in quanto la maggior parte di utenti tende ad usare quello che fa tendenza e che ovviamente ha preso mercato.

Telegram risulta essere nella sua categoria una delle migliori applicazioni. Utilissima sia da pc che su tablet. Viene continuamente ottimizzata ed ogni volta fa passi da gigante. Ottima la gestione degli allegati di grandi dimensioni, sul consumo della batteria e sulla precisione dei tempi d’invio oltre come abbiamo gia’ detto di avere un occhio di riguardo sul rispetto della privacy, cosa non da poco.

RANDOM POSTS

5
Per accedere ai svariati servizi di Google sarà sufficiente un'email e uno smartphone. Secondo alcune fonti Big G starebbe provando una nuova modalità di...